Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro

Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro

Dai dati statistici dell’INAIL risulta che ogni anno in Italia si verificano circa 1 milione di infortuni sul lavoro, di cui circa 1.300 con esito fatale; l’Italia emerge così fra i primi 10 paesi dell’ U.E. con il tasso di incidenza infortunistica più alta. Più di 35.000 inoltre sono i casi di malattia professionale e correlata al lavoro e i tassi di crescita non danno segni di arresto.

Le cause di tale fenomeno sono da imputarsi principalmente ad una ancora troppo scarsa cultura in tema di sicurezza e salute sui luoghi di lavoro sia da parte dei lavoratori, sia da parte dei datori di lavoro, soprattutto di piccole e medie realtà aziendali. Le conseguenze dirette di tale situazione sono:

  • Un limitato investimento nella sicurezza da parte dei datori di lavoro (dotazione di misure e regole adeguate atte a prevenire incidenti e malattie; formazione dei dipendenti)
  • Un’insufficiente responsabilizzazione e senso di responsabilità manifestati da parte dei lavoratori sui rischi cui sono sottoposti nei rispettivi luoghi di lavoro

La tutela della salute e della sicurezza sul lavoro rappresenta, quindi, da tempo una assoluta priorità per l’Italia, che con l’approvazione definitiva nel luglio 2009 del decreto “correttivo” (d.lgs. 3 agosto 2009, n. 106) al Testo unico n. 81/2008, ha completato il disegno di riforma iniziato nel 2007, equiparando l’Italia agli standard normativi internazionali ed europei. Le finalità del Testo unico sono, in particolare, quelle di tutelare tutti i lavoratori, di qualsiasi natura contrattuale (dipendente, socio lavoratore o volontario) e di qualsiasi livello (dirigente o sottoposto), dai rischi presenti all’interno dell’ambiente lavorativo, ma allo stesso tempo di coinvolgerli in prima persona nel processo di gestione della salute e sicurezza all’interno dell’azienda.

Le autorità incaricate di vigilare sull’applicazione della legislazione in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro sono l’azienda sanitaria locale competente per territorio e il personale ispettivo del Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali.

In caso di mancato o errata applicazione della normativa, sono previste sanzioni penali (dai 6 ai 18 mesi) e sanzioni amministrative, per ogni singola violazione, calibrate in base alla gravità riscontrata, e in capo ad ogni datore di lavoro individuato.

BC Solutions Offre:

  • Sopralluogo e check up preliminare della documentazione e delle misure di sicurezza adottate (su richiesta, redazione di una relazione tecnica dettagliata)
  • Redazione/aggiornamento/integrazione del Documento di Valutazione dei Rischi (DVR) e individuazione delle misure più idonee volte ad accrescere il livello di sicurezza all’interno dell’azienda
  • Assunzione incarico RSPP esterno (Responsabile del Servizio di
  • Prevenzione e Protezione)
  • Nomina del Medico Competente
  • Assistenza all’RSPP interno aziendale
  • Redazione dei Piani di emergenza ed esercitazioni di evacuazione
  • Redazione dei Piani Operativi di Sicurezza (POS)
  • Redazione del Documento di Valutazione Rischi Interferenze (DUVRI)
  • Erogazione dei corsi di formazione obbligatoria per legge (RSPP, RLS, dirigenti e preposti, addetto primo soccorso, addetto antincendio)
  • Aggiornamento sulle novità legislative in materia
  • Monitoraggio sulla corretta applicazione della normativa, consulenza continua e audit periodico
Scopri i corsi organizzati dalla BC Solutions. Consulta le date disponibili e scarica il programma in PDF di ciascun corso.

Richiedi Informazioni

Leggi tutto

P.IVA E C.F. 04683730966 | CAP. SOC. € 35.000,00 I.V. | REA 1765136 MILANO

Powered by Tun2U Digital Agency